Scambelluri Marco

Ritratto di Scambelluri Marco
Descrizione: 
Professore Associato, GEO/07 – Petrografia e Petrologia
Telefono: 
+39 010 353 8307
e-mail: 
Ufficio: 
1° piano Palazzo delle Scienze (C.so Europa) st. I-16
Mappa: 
Informazioni: 

CURRICULUM VITAE (aggiornato a giugno 2018)
06-04-1960: Nato a Torino
27-11-1984: Laurea in Scienze Geologiche presso l’Università degli Studi di Torino
12-09-1989: Dottorato in Scienze Geologiche presso l’Università degli Studi di Genova, Tesi ad argomento petrologico dal titolo: Evoluzione metamorfica dei Meta-Fe-gabbri eclogitici del Gruppo di Voltri (Alpi Liguri).
16-06-1990: Ricercatore Universitario (settore s.d. D03B) presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università degli Studi di Genova
01-09-2000: Professore Associato, settore s.d. GEO/07, presso il Dipartimento per lo Studio del Territorio e delle sue Risorse, Università degli Studi di Genova.

1. ATTIVITA’ SCIENTIFICA
Attività di ricerca in petrologia metamorfica, in particolare sulla genesi dei fluidi metamorfici, le interazioni fluido/roccia e la petrologia delle rocce di alta e altissima pressione costituenti sezioni di litosfera oceanica e di crosta continentale esposte nella catena orogenica Alpina, nella Cordigliera Betica (Spagna), nella catena Dabie-Sulu (Cina) e nelle Caledonidi (Norvegia). La ricerca si basa su dettagliati studi di terreno, petrologici e geochimici di campioni naturali ed è orientata alla comprensione di processi generali.
Obiettivi principali:
1. Processi petrologici e tettonici di subduzione ed esumazione delle rocce di alta e altissima pressione;
2. Genesi, composizione e ruolo delle fasi fluide nelle zone di subduzione, il riciclo di elementi volatili e fluido-mobili nel mantello terrestre, trasferimento di massa e metasomatismo del mantello ai margini di placca convergenti;
3. Strutture sismiche nelle rocce subdotte quali monitor di terremoti fossili.

1.1 Produzione scientifica
Marco Scambelluri ha prodotto 65 pubblicazioni su riviste internazionali ISI; 13 su riviste nazionali, 10 come atti di convegni internazionali e guide a escursioni, 3 come articoli di libri e divulgativi. Indici bibliometrici. H Index 32, 2906 citazioni (ISI WOS); H Index 32, 2935citazioni (Scopus); H Index 34, 3622 citazioni (Google Scholar).

1.2 Agenzie di finanziamento, progetti finanziati e partecipazione a progetti internazionali
Ministero dell'Università e della Ricerca progetti finanziati MIUR PRIN-COFIN: 2003, 2005, 2007, 2009, 2012.
Unione Europea
2013: Settimo Programma Quadro FP7 PEOPLE - Unione Europea – Prof. M. Scambelluri responsabile dell’Università Partner di Genova partecipante al Progetto Marie Curie Initial Training Network Multipartner. Titolo del programma: ZIP Zooming In between Plates: deciphering the nature of the plate interface in subduction zones. Programma ed EC Grant Agreement N. 604713
2016: Responsabile del Work Package sulla petrologia delle rocce di altissima pressione nell’ambito del progetto ERC – Starting Grant True Depths - subduction from PiezobaromeTry on Host –inclusions Systems, Coordinatore M. Alvaro, Università di Pavia
Progetti USA
2016 PIRE: ExTerra Field Institute and Research Endeavor (E-FIRE), finanziato dalla National Science Foundation. Personale senior internazionale e membro dell'Advisory Board.

1.3 Stages
Novembre 1987-Luglio 1988: Stage di ricerca presso l’ETH Zentrum di Zurigo per sviluppare uno studio petrologico dei fluidi e dei minerali nei metagabbri eclogitici delle Alpi Liguri.
Gennaio-Febbraio 1999: Stage di ricerca presso l’ETH Zentrum di Zurigo per lo studio delle inclusioni fluide nelle harzburgiti metamorfiche della Cordigliera (Spagna Sud Orientale).
Settembre 2003: Periodo di ricerca presso La Research School of Earth Sciences, Australian National University, per lo studio della variabilità degli elementi in traccia leggeri e dell’acqua nei minerali costituenti il mantello terrestre.
Settembre-Ottobre 2014: professore invitato, presso l’Isituto di Scienze della Terra (ISTeP) dell’Universtià Pierre et Marie Curie (UPMC) di Parigi.

1.4 Collaborazioni scientifiche
Come testimoniato dalle pubblicazioni allegate, l’attività scientifica di Marco Scambelluri ha prevede la collaborazione con i seguenti ricercatori di sedi universitarie e centri di ricerca:
- Thomas Pettke, Joerg Hermann e Daniela Rubatto, Institute of Geological Sciences, University of Bern, Svizzera;
- Stefano Poli, Enrico Cannaò, Massimo Tiepolo: Dipartimento di Scienze della Terra, Università di Milano;
- Nadia Malaspina: Dipartimento di Scienze Geologiche e Geotecnologie, Università Milano Bicocca,
- Matteo Alvaro: Dipartimento di Scienze della Terra e dell’Ambiente, Università di Pavia;
- Samuele Agostini, Istituto di Geoscienze e Georisorse, IGG-CNR, Pisa
- Gray Bebout: Department of Earth and Environmental Sciences, Lehigh University, Pennsylvania, USA;
- Taras Gerya: Institut f. Geophysik, ETH Zentrum, Zurich, Svizzera;
- Mark Kendrick: School of Earth Sciences, The University of Melbourne, Australia;
- Timm John: Institut für Geologische Wissenschaften Freie Universitat Berlin, Germany.
- Othmar Muentener, Institute of Geological Sciences, University of Lausanne, Svizzera;
- Philippe Agard, Universitè Pierre et Marie Curie, Paris VI, France

1.5 Organizzazione attività scientifiche, simposia, presentazioni
Organizzazione attività scientifiche
Marco Scambelluri ha tenuto presentazioni ad invito a conferenze nazionali ed internazionali e seminari a scuole di dottorato nazionalied internazionali e presso università e centri di ricerca italiani e stranieri.
Seminari e serie di lezioni: Tokyo Institute of Technology, Japan; Research School of Earth Sciences, ANU, Australia; Stanford, USA; Kyoto University, Japan; University of Bern, Switzerland; Ecole Normale Superieure, Lyon, France; University of Granada, Spain; Budapest, Hungary; School of Earth and Space Sciences, University of Science and Technology of China Hefei; E-FIRE retreat San Francisco, USA).
Invited talks: Keynote at IGC 2004 in Florence, Italy, at the Goldschmidt Conference 2009 in Davos, Switzerland; Invited talks at Geomar, Kiel, Germany; Kyoto and Beppu Island, Japan; Session “V40 Serpentinization and Dehydration as Major Processes for Deep Earth Elemental Cycling” AGU fall Meeting 2012, San Francisco, USA; Session DI44A The Distribution and Pathways of Melts, Fluids, and Volatiles in Subduction Systems: A Multidisciplinary Approach II, AGU fall Meeting 2016, San Francisco, USA; Plenary Lecture at European Mineralogical Conference – EMC2016, Rimini, Italy).
Marco Scambelluri è membro dell'International Lithosphere Program taskforce (ILP IX) on Subduction Channel Processes, e dell'Advisory Panel del programma PIRE-E-FIRE NSF. Ha organizzato simposi presso meeting internazionali quali EGU (2007; 2009; 2011), Goldschmidt (2011), International Geological Congress (2004 and 2012), ed ha fatto parte dell'organizzazione di reti per scuole di dottorato internazionali (partner del Network ISPET – International Seminars in Petrology).

2. Attività editoriale e reviews
Dal 2011 Marco Scambelluri è Editore Capo di Lithos (Elsevier, IF 3.677). E' membro del pannello editoriale dell'Italian Journal of Geoscience. Editor del volume speciale: “Subduction versus intraplate lithospheric mantle: agents and processes” pubblicato su Lithos. Referee per agenzie di finanziamento (Italian MIUR; NSF, USA; Australian ARC; Swiss SNSF) e per riviste nazionali e internationali.

2. ATTIVITA' DIDATTICA E DI FORMAZIONE
Marco Scambelluri ha svolto la propria attività didattica istituzionale nell’ambito del Corso di Laurea in Scienze Geologiche dell’Università di Genova. Dal 1990 ha tenuto corsi di petrografia, petrologia, petrografia applicata, geologia del cristallino, esercitazioni di laboratorio e sul terreno di petrografia, petrologia e tettonica di rocce metamorfiche e magmatiche.
Marco Scambelluri è stato relatore e correlatore di numerose di Laurea in Scienze Geologiche, è membro del Collegio di Dottorato in Scienze e Tecnologie per l’Ambiente e il Territorio (STAT) dell’Università di Geneova, ed è stato tutore e co-tutore delle Tesi di Dottorato di Franca Vallis, Laura Federico (Professore Associato presso il DISTAV di Genova), Nadia Malaspina (Ricercatore presso l’Università Milano-Bicocca), Cristina Malatesta, Enrico Cannaò e Mattia Gilio presso il Dipartimento per lo Studio del Territorio e delle sue Risorse dell’Università di Genova.

E’ stato responsabile dell’Università Partner di Genova per il progetto Marie Curie Initial Training Network Multipartner ZIP Zooming In between Plates: deciphering the nature of the plate interface in subduction zones e del progetto USA PIRE-EFIRE, nei cui ambiti è promossa l’alta formazione interdisciplinare di studenti di Dottorato e post-dottorato.

Pubblicazioni dal 2010
Scambelluri M., Van Roermund H.L.M., Pettke T. (2010) Mantle wedge peridotites: Fossil reservoirs of deep subduction zone processes Inferences from high and ultrahigh-ressure rocks from Bardane (Western Norway) and Ulten (Italian Alps). Lithos 120, 186-201.
Scambelluri M., Rampone E., Braga R., Malaspina N. (2010) The Variscan garnet peridotites from the Eastern Alps (Ulten Zone). records of subduction metasomatism in the mantle wedge Journal of the Virtual Explorer, Electronic Edition, ISSN 1441-8142, volume 36, paper 28 In: (Eds.) Beltrando M., Peccerillo A., Mattei M., Conticelli S., Doglioni D., The Geology of Italy, 2010. doi: 10.3809/jvirtex.2009.00259
Malaspina N., Scambelluri M., Poli S., Van Roermund, H.L.M., Langenhorst F. (2010). The oxidation state of mantle wedge majoritic garnet websterites metasomatised by C-bearing subduction fluids. Earth and Planetary Science Letters, 298, 417-426.
Malaspina N., Scambelluri M., Pennacchioni G., Spagnolo C. 2011 Fluid-induced plastic deformation in the crustal Austroalpine system (Western Italian Alps): a petrologic and fluid inclusion analysis. Italian Journal of Geosciences  130 , 61-74.
John T., Scambelluri M., Frische M., Barnes J.D., Bach W. (2011) Dehydration of subducting serpentinite: Implications for halogen mobility in subduction zones and the deep halogen cycle. Earth and Planetary Science Letters, 308, 65-76.
Kendrick M.A., Scambelluri M., Honda M., Phillips D. (2011) High noble gas and chlorine abundances delivered to the mantle by serpentine subduction. Nature Geoscience 4, 808-812.
Malatesta C., Crispini L., Federico L., Capponi G., Scambelluri M. (2012) The exhumation of high pressure ophiolites (Voltri Massif, Western Alps): Insights from structural and petrologic data on metagabbro bodies. Tectonophysics, 568–569, 102-123
Malatesta C., Gerya T., Scambelluri M., Crispini L., Capponi G. (2012) Intraoceanic subduction of “heterogeneous” oceanic lithosphere in narrow basins: 2D numerical modeling. Lithos 140–141, 234–251, doi:10.1016/j.lithos.2012.01.003
Scambelluri M., Tonarini S. (2012) Boron isotope evidence for shallow fluid transfer across subduction zones by serpentinized mantle. Geology 40, n. 10, 907-910 doi 10.1130/G33233.1.
Kendrick M., Honda M., Pettke T., Scambelluri M., Phillips D., Giuliani A. 2013. Subduction zone fluxes of halogens and noble gases in seafloor and forearc serpentinites. Earth and Planetary Science Letters 365, 86–96
Scambelluri M. 2013. Comments on the paper ‘Subduction of a fossil slow–ultraslow spreading ocean: a petrology-constrained geodynamic model based on the Voltri Massif, Ligurian Alps, NW Italy’ by G. B. Piccardo, International Geology Review, Volume 55, Issue 7, 804-811 DOI:10.1080/00206814.2013.780367
Halama R., Bebout G.E., John T., Scambelluri M. (2014) Nitrogen recycling in subducted mantle rocks and implications for the global nitrogen cycle. International Journal of Earth Science 103, 2081-2099.
Scambelluri M., Pettke T., Rampone E. Godard M, Reusser E. 2014. Petrology and trace element budgets of high-pressure peridotites indicate subduction dehydration of serpentinized mantle (Cima di Gagnone, Central Alps, Switzerland). Journal of Petrology 55, 459-498.
Cannaò E., Agostini S., Scambelluri M., Tonarini S., Godard M. 2015. B, Sr and Pb isotope geochemistry of high-pressure Alpine metaperidotites monitors fluid-mediated element recycling during serpentinite dehydration in subduction melange (Cima di Gagnone, Swiss Central Alps). Geochimica et Cosmochimica Acta 163 (2015) 80–100
Collins N.C. Bebout G.E., Angiboust S., Agard P., Scambelluri M., Crispini L., John T. 2015 Subduction Zone Metamorphic Pathway for Deep Carbon Cycling: II. Evidence from HP/UHP Metabasaltic Rocks and Ophicarbonates Chemical Geology 412, 132-150.
Scambelluri M., Pettke T., Cannaò E. 2015. Fluid-related inclusions in Alpine high-pressure peridotite reveal trace element recycling during subduction-zone dehydration of serpentinized mantle (Cima di Gagnone, Swiss Alps). Earth and Planetary Science Letters 429, 45-49.
Scambelluri M., Cannaò E., Gilio M., Godard M. 2015. Petrologic and geochemical role of serpentinite in subduction zones and plate interface domains. Rend. Online Soc. Geol. It., 37, 61-64
Scambelluri M., Bebout G.E., Belmonte D., Gilio M., Campomenosi N., Collins N., Crispini L. 2016. Carbonation of subduction-zone serpentinite (high-pressure ophicarbonate; Ligurian Western Alps) and implications for the deep carbon cycling. Earth and Planetary Science Letters 441, 155-166.
Plümper, O., John, T.; Podladchikov, Y., Vrijmoed J., Scambelluri M. 2016 Fluid escape from subduction zones controlled by channel-forming reactive porosity. Nature Geoscience 10, Pages: 150-156
Peters D., Bretscher A., John T., Scambelluri M., Pettke T. 2017 Fluid-mobile elements in serpentinites: Constraints on serpentinisation environments and element cycling in subduction zones. Chemical Geology 466 (2017) 654–666.
Barnes, J.D., Manning, C., Scambelluri, M., and Selverstone, J., 2016 Behavior of halogens during subduction zone processes. In: The Role of Halogens in Terrestrial and Extraterrestrial Geochemical Processes. Harlov, D. and Aranovich, L. (Eds.) Springer.
Scambelluri M., Pennacchioni G., Gilio M., Bestmann M., Plümper O., Nestola F. 2017 Fossil intermediate-depth earthquakes in subducting slabs linked to differential stress release. Nature Geoscience 10, 960–966.