La Professione

Laurea Triennale

Biologo junior
Funzione in un contesto di lavoro:
I laureati triennali in Scienze Biologiche possono accedere, dopo superamento dell'Esame di Stato, all'Albo di Biologo junior. La figura professionale è definita dalla normativa nazionale vigente recepita dall'Ordine Nazionale dei Biologi (http://www.onb.it) che certifica la professionalità del Biologo Junior mediante iscrizione all'Ordine previo Esame di Stato. Competenze specifiche nella professione del Biologo comportano la capacità di permanere in un laboratorio di ricerca teorica o applicata eseguendo consapevolmente attività di ricerca responsabile ma non autonoma. Ambiti occupazionali possibili per il biologo junior a norma di legge (Legge 24 maggio 1967, n.396, DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 5 giugno 2001, n. 328):
1. applicazione delle metodologie classiche di laboratorio in campi biologico-sanitario e farmacologico,
2. applicazione delle tecniche bio-molecolari in campo industriale-produttivo (i.e. produzioni di farmaci o di prodotti industriali mediante tecniche ricombinanti), in particolare in industrie farmaceutiche nel settore dello sviluppo preclinico e clinico di farmaci, allo sviluppo di metodologie diagnostiche e di terapia genica,
3. applicazione delle metodiche di monitoraggio biologico nella gestione delle risorse biologiche e di quelle relative al campionamento biologico, al fine della attuazione del controllo della qualità ambientale e della gestione degli ecosistemi,
4. applicazioni di metodologie informatiche per la manipolazione di dati biologici,
5. applicazioni di metodologie nella produzione e trasformazione e certificazione del prodotto agro-industriale.
competenze associate alla funzione:
La maggior parte dei laureati triennali tende a proseguire gli studi per conseguire la Laurea magistrale. Nei limitati casi in cui il laureato opta per il non prosieguo gli sbocchi professionali possibili sono quelli che permettono l'utilizzo delle competenze specifiche sopra elencate.
I principali possibili ricettori del Biologo junior sono pertanto l'industria farmaceutica ed il laboratorio di analisi, oltre a ruoli di rango intermedio (tecnico specializzato) nel comparto ricerca.

Laurea Magistrale in Biologia Molecolare e Sanitaria

Biologo
Il laureato potrà iscriversi (previo superamento del relativo esame di stato) all'Albo per la professione di Biologo sezione A, con il titolo professionale di Biologo, per lo svolgimento in particolare di attività che implicano l'uso di metodologie avanzate, innovative o sperimentali, quali:
a) controllo e studi di attività, sterilità, innocuità di insetticidi, anticrittogamici, antibiotici, vitamine, ormoni, enzimi, sieri, vaccini, medicamenti in genere, radioisotopi;
b) analisi biologiche (urine, essudati, escrementi, sangue), sierologiche, immunologiche, istologiche, di gravidanza, metaboliche e genetiche;
c) analisi e controlli dal punto di vista biologico delle acque potabili e minerali e valutazione dei parametri ambientali (acqua, aria, suolo) in funzione della valutazione dell'integrità degli ecosistemi naturali;
d) identificazione di agenti patogeni (infettanti ed infestanti) dell'uomo, degli animali e delle piante; identificazione degli organismi dannosi alle derrate alimentari, alla carta, al legno, al patrimonio artistico; indicazione dei relativi mezzi di lotta;
e) identificazioni e controlli di merci di origine biologica;
f) progettazione, direzione lavori e collaudo di impianti relativamente agli aspetti biologici;
g) classificazione e biologia degli animali e delle piante;
h) problemi di genetica dell'uomo, degli animali e delle piante e valutazione dei loro bisogni nutritivi ed energetici;
i) valutazione di impatto ambientale, relativamente agli aspetti biologici.
competenze associate alla funzione:
La Laurea magistrale in "Biologia molecolare e sanitaria" fornisce una preparazione che consente di dedicarsi all'attività di ricerca in strutture pubbliche e private, in particolare nell'industria farmaceutica, alimentare e biotecnologica. Per quanto concerne le offerte di attività lavorative a livello locale, esistono diverse Istituzioni molto attive che svolgono ricerca in ambito biologico e biotecnologico (due IRCCS, il neo costituito Istituto Italiano di Tecnologia ed altre ancora) che nel loro complesso costituiscono una buona prospettiva di sbocco occupazionale per laureati magistrali con una solida preparazione alla ricerca avanzata in biologia. Il laureato in "Biologia molecolare e sanitaria" ha inoltre prospettive di occupazione con funzione di responsabilità in laboratori di analisi del settore sanitario e del settore di controllo dei prodotti di origine biologica. Può inoltre trovare impiego in attività professionali e di progetto all'interno della Pubblica Amministrazione, nel settore sanitario e dell'Igiene pubblica o svolgervi attività di consulenza.

Laurea Magistrale in Monitoraggio Biologico

Biologo
Il laureato potrà iscriversi (previo superamento del relativo esame di stato) all'Albo per la professione di Biologo sezione A, con il titolo professionale di Biologo, per lo svolgimento in particolare di attività che implicano l'uso di metodologie avanzate, innovative o sperimentali, quali:
a) controllo e studi di attività, sterilità, innocuità di insetticidi, anticrittogamici, antibiotici, vitamine, ormoni, enzimi, sieri, vaccini, medicamenti in genere, radioisotopi;
b) analisi biologiche (urine, essudati, escrementi, sangue), sierologiche, immunologiche, istologiche, di gravidanza, metaboliche e genetiche;
c) analisi e controlli dal punto di vista biologico delle acque potabili e minerali e valutazione dei parametri ambientali (acqua, aria, suolo) in funzione della valutazione dell'integrità degli ecosistemi naturali;
d) identificazione di agenti patogeni (infettanti ed infestanti) dell'uomo, degli animali e delle piante; identificazione degli organismi dannosi alle derrate alimentari, alla carta, al legno, al patrimonio artistico; indicazione dei relativi mezzi di lotta;
e) identificazioni e controlli di merci di origine biologica;
f) progettazione, direzione lavori e collaudo di impianti relativamente agli aspetti biologici;
g) classificazione e biologia degli animali e delle piante;
h) problemi di genetica dell'uomo, degli animali e delle piante e valutazione dei loro bisogni nutritivi ed energetici;
i) valutazione di impatto ambientale, relativamente agli aspetti biologici.
competenze associate alla funzione:
Le competenze acquisite consentiranno l'inserimento del laureato magistrale in enti di ricerca scientifica, in strutture private e pubbliche che svolgano attività di controllo e valutazione della qualità ambientale, decontaminazione e recupero di siti alterati mediante parametri e mezzi biologici.